Biocarburanti, chiarimenti sul calcolo dell’obbligo e consultazione GME

Il Mise approfondisce le modalità di calcolo per le immissioni in consumo, entro l’11 maggio si possono inviare le osservazioni sul mercato dei CIC.

Biocarburanti, chiarimenti sul calcolo dell’obbligo e consultazione GME

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la circolare prot. 0010051 del 17 aprile 2018 sulle modalità di calcolo dell'obbligo di immissione in consumo dei biocarburanti, previste dall'articolo 11, comma 1, lettere e) e m) del recente Decreto Ministeriale 2 marzo 2018. Le indicazioni ministeriali riguardano:

• i "soggetti obbligati" che non aderiscono ai meccanismi di ritiro previsti rispettivamente dagli articoli 6 e 7 del Dm 2 marzo 2018;

• i "soggetti obbligati" che aderiscono ad entrambi i meccanismi di ritiro.

 L’ art. 11, comma 1, lettera r) del Decreto Ministeriale 2 marzo 2018 prevede inoltre che i Certificati di Immissione in Consumo (CIC) possano essere oggetto di contrattazione nella sede di scambio organizzata dal Gestore dei Mercati Energetici (GME). Il GME ha illustrato un possibile modello di funzionamento del mercato dei CIC in un Dco sottoposto a pubblica consultazione.

Le osservazioni dovranno pervenire per iscritto al GME - Direzione Governance entro l’11 maggio via mail (info@mercatoelettrico.org), via fax (06.8012-4524) o via posta (Gestore dei mercati energetici S.p.A. Viale Maresciallo Pilsudski, 122 – 124 00197 – Roma) indicando le eventuali parti da considerare riservate.

 

Contatti

Per maggiori informazioni contattare l'Unità Energia al numero 02 58370.431, oppure all'indirizzo email Energia@assolombarda.it.

Accedi per continuare a leggere

Contenuti correlati
Partono gli incentivi all’uso del biometano nel settore dei trasporti