Tremonti ambiente: prorogato il termine per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale

Il comunicato del GSE recepisce le richieste delle associazioni di categoria.

Tremonti ambiente: prorogato il termine per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale

Il termine per la rinuncia al beneficio fiscale della legge cosiddetta “Tremonti ambiente” da parte degli operatori che intendono continuare ad avvalersi degli incentivi per il fotovoltaico dei conti energia III, IV e V, slitta al 31 dicembre 2019.

Il precedente termine era stato fissato dal Gse con il comunicato del 22 novembre 2017. Quest’ultimo asseriva che la detassazione prevista dalla Legge n. 388/2000 (c.d. "Tremonti ambiente") è cumulabile soltanto con le tariffe del I e II Conto energia, escludendo dalla cumulabilità le tariffe del III, IV e V Conto energia. Infatti, le imprese che avessero cumulato le suddette agevolazioni, pur non avendone diritto, durante gli anni passati, avrebbero dovuto rinunciare al beneficio fiscale goduto comunicandolo all'Agenzia delle entrate entro il 22 novembre 2018, informando anche il GSE dell'avvenuta richiesta e quindi dell'effettiva rinuncia ai benefici fiscali. Questa procedura avrebbe consentito agli impianti di continuare a godere delle tariffe III, IV e V Conto energia.

Tuttavia, viste le notevoli difficoltà operative delle aziende nell’effettuare la restituzione delle somme dovute, diverse associazioni di categoria hanno proposto una proroga del termine utile per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale. Il GSE, ha accettato la proposta "al fine svolgere i necessari e ulteriori approfondimenti sul tema, anche in ordine a un'eventuale evoluzione dello scenario di riferimento”. Ha dunque comunicato che il termine ultimo per poter dare evidenza dell'effettiva rinuncia al beneficio fiscale è prorogato al 31 dicembre 2019.

Contatti

Ulteriori informazioni possono essere richieste agli esperti dell'Unità Energia (tel. 0258370.206/511/552; e-mail ).

Accedi per continuare a leggere