Nomina del Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia - Scadenza 30 aprile 2019

Entro il 30 aprile 2019 le aziende grandi consumatrici di energia devono provvedere alla nomina del Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia.

Nomina del Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia - Scadenza 30 aprile 2019

Premessa

Il 30 aprile 2019 scade il termine per la nomina del Responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia. 
La nomina deve essere effettuata ogni anno.

Il Responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia

Il Responsabile per la conservazione e l'uso responsabile dell'energia è una figura che supporta il decisore in merito al miglior utilizzo dell'energia nella struttura di competenza.
Nelle grandi strutture la figura del Responsabile appare equivalente a quella del soggetto responsabile del Sistema di Gestione dell'Energia come definito dalla norma ISO 50001.

Soggetti obbligati

Tutti i soggetti consumatori di energia pubblici e privati, persone fisiche e giuridiche, enti e associazioni operanti nel settore industriale, terziario, civile e dei trasporti sono obbligati a nominare il Responsabile se nel 2016 hanno consumato1 più di:

  • 10.000 tep(tonnellate equivalenti di petrolio) nel settore industriale;
  • 1.000 tep nel settore civile.

Tuttavia, anche i soggetti che consumano meno delle soglie sopra indicate possono nominare volontariamente il Responsabile: la procedura è la stessa dai soggetti obbligati.

Chi deve effettuare la nomina

La nomina del Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia spetta al Legale Rappresentante del soggetto obbligato. La comunicazione può essere firmata anche da un altro soggetto, purché abilitato o delegato appositamente.
Si ricorda che, per le organizzazioni private con un contratto di servizio energia, la nomina deve essere comunque effettuata dall’organizzazione stessa, anche qualora il contratto di servizio energia affidi al fornitore (in genere una ESCO) il servizio di energy management. Ciò non toglie che il fornitore possa procedere a un’eventuale nomina di un responsabile locale associato all’ente locale o dall’organizzazione per fini suoi interni.

Nomina volontaria

Per i soggetti che procedono volontariamente alla nomina non è prevista alcuna scadenza in caso di prima nomina. Devono poi rispettare la scadenza del 30 aprile negli anni seguenti, come i soggetti obbligati.

Come valutare i consumi

La valutazione dei consumi conseguiti deve tenere conto dell’energia consumata per la produzione di beni (semilavorati, manufatti, ecc.) o per la prestazione di servizi (trasporto di persone e di merci, illuminazione, climatizzazione, ecc.), indipendentemente dal fatto che vengano utilizzati in proprio o destinati a terzi.
La valutazione deve essere riferita ai consumi globali del soggetto e si ottiene cumulando quelli relativi alle diverse fonti (incluse quelle rinnovabili) e ai diversi usi per tutti i centri di consumo del soggetto stesso. Se ci sono più centri di consumo, non è obbligatorio ma potrebbe essere utile nominare un Responsabile per ogni centro.
I consumi sono riferiti all’energia primaria consumata espressa in tep; quindi, per ogni combustibile utilizzato si valuta l’equivalente energetico in tep.
Diventa obbligatorio comunicare i consumi di energia, distinti per vettore energetico (elettricità, gas naturale, gasolio, GPL, fonti rinnovabili, etc.).

Come deve avvenire la comunicazione

La comunicazione della nomina del tecnico responsabile per la conservazione e l’uso dell’energia deve essere trasmessa alla Federazione Italiana per l'uso razionale dell'energia (FIRE) esclusivamente mediante piattaforma on-line NEMO.

Si invitano i soggetti che per la PRIMA VOLTA devono accreditarsi sul portale NEMO, a procedere con la richiesta di accreditamento entro il 26 aprile 2019 per permettere alla FIRE di approvare la registrazione nei tempi stabiliti.

Non sono accettate nomine cartaceo in formato excel inviate per posta ordinaria o per posta elettronica.

Sul sito della FIRE sono disponibili le linee guida  che mirano a fornire indicazioni sull’utilizzo della piattaforma NEMO per facilitare gli utenti nella comunicazione della Nomina dell’Energy Manager.


Nomina del Responsabile e Titoli di Efficienza Energetica

I soggetti che hanno nominato il Responsabile per la conservazione e l'uso responsabile dell'energia possono accedere direttamente al meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE), sia se la nomina sia stata volontaria sia se la nomina sia stata effettuata perché il soggetto era obbligato.

Contatti

Per maggiori informazioni contattare l'Unità Energia al numero 02 58370.431, oppure all'indirizzo email energia@assolombarda.it.

Note

1. Per l'individuazione dei settori di appartenenza si fa riferimento al Codice ATECO e si classificano nel settore industriale i soggetti appartenenti alla sezione B, C, D, E ed F del Codice Ateco 2007. Per le attività ricomprese nelle altre sezioni vale la soglia dei 1.000 TEP.
2. Tabella 1 Circolare 18 dicembre 2014 "Contenuto energetico dei vari combustibili valevoli ai fini del calcolo del consumo energetico

Accedi per continuare a leggere