Incentivi per le PMI su audit energetico e ISO 50001

MiSE e Regioni cofinanzieranno la realizzazione di diagnosi energetiche o l'implementazione di sistemi di gestione dell'energia.

Con il decreto interministeriale del 12 maggio 2015 il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare hanno avviato il programma destinato a stimolare le PMI a rendere più efficiente il proprio consumo di energia.

Il provvedimento è previsto dal decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102, che prevede il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni finalizzati a sostenere la realizzazione di audit energetici e l'implementazione di sistemi di gestione dell'energia (SGE) conformi alla ISO 50001 nelle piccole e medie imprese. I fondi messi a disposizione dal MiSE ammontano a 15 M€ all'anno: le Regioni ora dovranno presentare i propri programmi di sostegno. Per le PMI sarà disponibile un totale di 30 milioni di euro, a copertura del 50% dei costi che sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche o l'implementazione di SGE.

La scadenza per le Regioni per la presentazione dei programmi è fissata al 30 giugno 2015. L’iniziativa verrà replicata ogni anno, con lo stanziamento di risorse analoghe, sino al 2020.

Ripartizione delle risorse per Regione

Le risorse per l'anno 2014 saranno allocate alle diverse Regioni tenendo conto del numero di PMI presenti a livello regionale. La Lombardia, quindi, riceverà il cofinanziamento più elevato (18% dell'ammontare complessivo), in virtù del maggior numero di PMI presenti sul proprio territorio.