Conto termico

Il Conto Termico prevede l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Gli interventi incentivabili si riferiscono sia al miglioramento dell’efficienza dell’involucro di edifici esistenti (ad esempio coibentazione di pareti, sostituzione di serramenti), sia alla sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza (si pensi, ad esempio, alle caldaie a condensazione) sia alla sostituzione o, in alcuni casi, alla nuova installazione di impianti alimentati a fonti rinnovabili (e.g. pompe di calore, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo).


L’incentivo è individuato in funzione della tipologia di intervento, relativamente all’incremento di efficienza energetica conseguibile o in funzione dell’energia producibile con gli impianti alimentati a fonti rinnovabili. Si configura come un contributo alle spese sostenute e viene erogato in rate annuali per una durata variabile fra 2 e 5 anni, a seconda interventi realizzati.

Soggetti ammessi

Il meccanismo di incentivazione è rivolto a due tipologie di soggetti:

  • Amministrazioni pubbliche
  • Soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario.

Interventi incentivabili

Come accennato, possono accedere agli incentivi le due categorie di interventi che seguono:
A) Interventi di incremento dell’efficienza energetica

B) Interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza

Le Amministrazioni pubbliche possono richiedere l’incentivo per entrambe le categorie di interventi (categoria A e categoria B). 

I soggetti privati possono accedere agli incentivi solo per gli interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza (categoria B).